Scrivici!


Introduzione e novità

Perché i ratti

La razza

Come scegliere

Le presentazioni

L'alloggio

L'alimentazione

La salute

La riproduzione

Il comportamento

I ratti e l'uomo

FAQ

Comunità

Fotogallery

Indirizzi utili

Pubblicazioni

Link

Storia del sito

Altro

 

 

 

 

Rattiamici Versione Inglese

 

- Testa - Orecchie - Denti - Naso - Occhi - Pelle e Pelo - Zampe - Coda - Corpo -
- Respirazione - Digestione - Riproduzione - Apparato uro-genitale -
- Tumori - Diabete - Paralisi - Porfirina - Problemi comportamentali -
- Farmaci - Igiene - Massaggi - Note anatomiche - Salute umana - Cura del ratto anziano -

 

PELLE E PELO

I principali disturbi della cute dei ratti, sono:

- problemi causati da parassiti, come acari e pulci.
- ferite causate dal morso di altri ratti, o da graffi su oggetti appuntiti

 

Alcuni dei generali sintomi di malessere sono:

- inappetenza: il ratto mangia poco o nulla, e/o beve poco o nulla
- letargia: il ratto dorme molto più del solito e reagisce poco agli stimoli
- presenza di porfirina intorno a naso e occhi (si tratta di una sostanza che sembra sangue)
- posizione rannicchiata: la colonna vertebrale é molto arcuata e il ratto sta "gobbo"
- pelo arruffato o sporco: il ratto non riesce a pulirsi da solo


Io mi sono inizialmente trovata nella difficile situazione di avere dei ratti, ma di non avere vicino alcun veterinario con esperienza di ratti - in Italia spesso anche i veterinari specializzati in esotici, o in piccoli mammiferi, non hanno mai avuto dei ratti come pazienti.
Se vi trovate nella medesima situazione, il mio consiglio é di raccogliere più informazioni che vi sia possibile, in breve tempo (attraverso questo sito, attraverso la mailing list del group Rattiamici di yahoo, su cui potete trovare delle informazioni alla pagina Comunità, e anche scrivendo a info@rattiamici.it ), e poi portare i ratti e le informazioni dal vostro veterinario di fiducia.
Ricordate che un buon veterinario non deve fare finta di sapere tutto su qualsiasi animale, é molto probabile che non abbia mai visitato un ratto prima, quindi non esitate a spiegargli in dettaglio la situazione, e a fornirgli tutta la documentazione e i suggerimenti che avete trovato.
Cercate di lavorare in team con il vostro veterinario, aiutandolo ad aiutarvi, mettendo insieme l'esperienza e le informazioni che avete raccolto, con la sua preparazione medica, accettando i suoi suggerimenti ma pretendendo che ascolti le vostre opinioni.

(Se invece avete l'enorme fortuna di avere un veterinario che ha già trattato ratti in buon numero e con buoni successi, fatemelo sapere, vi sarò grata!!!)

-*-*-*-